Modifiche Statutarie

Atto di modifica dello Statuto del Collegio Professionale Europeo Periti ed Esperti Trader


Con parere unanime dei soci Fondatori riuniti in Assemblea straordinaria si è stabilito di apportare le seguenti modifiche allo Statuto sociale allo scopo di adeguarlo alla Legge 14 gennaio 2014 n. 4, e in data odierna presso i locali della sede generale in Cologno Monzese è costituita anche la sede Lombardia del Collegio, la Delegazione Lombardia è affidata al Presidente nei suoi pieni poteri gestionali.
Modifiche Statutarie: Articolo 1. Le Categorie vengono così modificate:
CAT. 1 – TRADER FINANZIARIO – ESPERTO – SOCIO ORDINARIO, CAT. 1°; TRADER FINANZIARIO – ASPIRANTE TRADER ESPERTO – SOCIO ADERENTE; CAT. 1D – TRADER FINANZIARIO – DOCENTE – SOCIO ORDINARIO; CAT. 1E – TRADER FINANZIARIO – CONSULENTE TECNICO/PERITO SOCIO ORDINARIO.
Art. 2. La parte: “Sono soci Aderenti coloro che vi sono ammessi essendo già l’attività” e sostituita da: “Sono soci Aderenti coloro che avendo già svolto l’attività di Trading online fanno richiesta d’iscrizione”; l’ultimo periodo è così modificato: Saranno iscritti nella categoria 1° fino al superamento della prova d’esame prevista al termine del corso per Esperti, in seguito al quale saranno iscritti quali soci aderenti nella Cat. 1. Acquisendo il diritto di voto. Gli art. 5 e 6 vengono così integralmente modificati: Art. 5 Possono essere iscritti tutti i cittadini Europei ed extra europei che abbiano svolto da almeno un anno l’attività di Trading online, il Consiglio Direttivo stabilisce, requisiti, modalità e quota annuale d’iscrizione. Art. 6. Per essere ammessi occorre avere l’esercizio dei diritti civili; essere di limpida condotta morale e civile; possedere la licenza di scuole medie inferiori e dimostrare di aver svolto l’attività di trading online da almeno un anno. Il Consiglio Direttivo ai fini dell’iscrizione potrà chiedere colloqui preventivi e lo svolgimento di un test attitudinale. L’Art. 7 lettera e) viene così integralmente modificata: e) Corrispondere la quota sociale annuale deliberata dal Consiglio Direttivo, per gli anni 2019/20 la quota stabilita è di euro 120,00. All’Art. 8 è aggiunta la lettera e) ha seguito di condanna da parte della Commissione Giustizia, sia per violazione del Codice Deontologico che per Grave violazione dei diritti dell’utente. L’Art. 9 nel primo periodo la parte “a tutti gli Enti come indicato nel precedente Art 5 (a;b;c).” Viene così modificata attraverso proprio sito internet ufficiale”. All’Art. 11 dopo “L’Assemblea dei Soci fondatori” viene inserito “L’Esecutivo. L’Art. 17 nel primo periodo la frase “saranno in carica tre anni rieleggibili” è sostituita dalla seguente: saranno in carica cinque anni e sono rieleggibili”. Il secondo periodo viene così modificato “Il numero complessivo massimo è quello di un Consigliere per ciascuna Regione Italiana; tre Consiglieri per ogni Stato europeo e tre consiglieri per ogni Stato estero.” Dopo l’ultimo periodo viene aggiunto quanto segue: “spetta al Presidente decidere in merito all’eventuale assunzione di figure chiavi per il Collegio sia per quelle quadro con funzioni Direttive che per quelle di segreteria, il Consiglio Direttivo a norma di legge con propria delibera stabilisce i compensi economici delle figure che svolgono attività lavorativa.” Nell’Art. 18 la viene aggiunta la lettera o) Spetta al Presidente eleggere l’Esecutivo del Collegio tra i membri del Consiglio Direttivo stesso, il numero dei componenti dell’esecutivo non potrà essere superiore a cinque. L’esecutivo è di supporto al Presidente nell’ordinaria amministrazione e si riunisce quando lo ritiene necessario anche con cadenza settimanale. L’Art. 28 secondo periodo, dopo la lettera d), viene così integralmente sostituito: La Commissione Giustizia è autonoma e si auto-regolamenta. La Commissione Giustizia non può giudicare l’operato del Presidente, nel qual caso dovrà istituire d’urgenza un’alta commissione che si compone da tre membri della Commissione Giustizia 7 membri ordinari del Collegio selezionati mediante estrazione innanzi all’assemblea straordinaria dei soci. L’assemblea straordinaria dei soci può essere convocata dalla Commissione Giustizia nel predetto caso anche con preavviso di giorni 10. Dopo Art. 29 viene aggiunto il seguente Art. 30. Il Collegio per quanto non previsto e non sufficientemente approfondito intende uniformarsi nel rispetto della Legge 14 gennaio 2013 n.4 e successive modifiche. Il Collegio terrà visibile sul proprio sito internet l’Albo dei Trader Finanziari, per tutte le categorie in essere Pubblicherà nome; cognome, numero di tesseramento, anno dell’aggiornamento obbligatorio ed eventuale email.
Il presente Atto è scritto in data 30 agosto 2019 in maniera informale e resterà pubblicato per 90 giorni sul sito ufficiale del Collegio, termine nel quale gli Associati possono presentare al Presidente loro osservazioni, scaduto il termine in data (28/11/2019), il Presidente redigerà l’Atto ufficiale e lo Registrerà presso gli Uffici dell’Agenzia delle Entrate, integralmente e fedelmente riscritto. Data di redazione dell’Atto ufficiale e di entrata in vigore delle modifiche statutarie è il 09 dicembre 2019. In data 22/11/2019 il vice Presidente fa notare che nell’Atto Costitutivo alla 4° riga dopo la lettera g) c’è un errore di battitura nella seguente frase “In via principale Trading finanziario. ” La dicitura corretta è la seguente: “In via principale Trading finanziario. “.
Firma
Collegio Professionale Europeo Periti ed Esperti Trader
Il Segretario generale Mulino Daniele

Il Presidente Mulino Francesco Maurizio